Italia

italia

 

 

SITUAZIONE ATTUALE

Chi sono i Rifugiati Politici?

Sono persone che per motivi di dissidenza politica, oppure di religione o di razza, dopo vicende generalmente molto dolorose, riescono a fuggire e raggiungere l’Europa. Non sono quindi stranieri spinti dal desiderio di migliorare la loro vita, bensì fuggiaschi, che solo scappando dal loro paese sono riusciti a sfuggire ad un destino terribile. Contro la loro volontà hanno quindi dovuto abbandonare i loro affetti, le loro famiglie. Qui hanno salva la vita, ma sono persone lacerate, tutte le loro energie mentali sono sempre rivolte al loro terribile passato e non  sono in grado ─ soprattutto nei primi tempi ─ di articolare un progetto di vita in questo paese.

Avrete capito che aiutare queste persone è compito assai delicato e difficile. Quanto ci proponiamo di fare è mostrare loro dei percorsi idonei per poter sperare in un lavoro, in una casa, in un’autonomia che consenta loro ─  se credono ─ di ricongiungersi in questo paese con la loro famiglia. Tutto questo è un aiuto assolutamente prezioso per loro ed è anche un servizio che rendiamo alla nostra società di domani. Vogliamo cioè che questi “disperati” non entrino in giri malavitosi, ma diventino onesti lavoratori ed onesti cittadini, con un futuro sereno.

 

COSA FACCIAMO 

A Bresso opera dal 1999 un gruppo di volontari che accolgono rifugiati politici e richiedenti asilo fornendo loro alloggio, sostentamento ed occasioni di inserimento sociale e lavorativo. 

Fino al 2012 l’attività è stata svolta nel’ambito dell’Associazione Amici della casa Marta Larcher onlus di Milano; quattro volontari bressesi gestivano due appartementi (uno in affitto, l’altro offerto dalla Parrocchia san Carlo di Bresso), con la possibilità di ospitare contemporaneamente cinque rifugiati.

Dal Gennaio 2013 l’azione è proseguita nell’ambito di Dona un sorriso onlus, con un gruppo più ampio (sette volontari), tre alloggi (due comunali, uno della Parrocchia S. Carlo) e la possibilità di ospitare fino a undici rifugiati.  Ciò ha consentito un potenziamento del gruppo di lavoro, snellezza decisionale e amministrativa, la possibilità di un maggior radicamento sul territorio e la creazione di partnership significative.

Accogliamo rifugiati politici e richiedenti asilo in uscita da strutture di prima accoglienza, che non riescono ancora a svolgere una vita autonoma (alloggio, lavoro).

Ci sono segnalati da Centri di accoglienza legati al Sistema statale di protezione rifugiati e richiedenti asilo (ad esempio Cooperativa Farsi Prossimo, Associazione la Grangia di Monluè ), dalla Comunità pastorale il Pilastrello di Bresso, dalla struttura di prima accoglienza della Croce Rossa Italiana di Bresso, da Comuni (Milano, Bresso) .

Per ognuno di loro viene delineato un progetto personale di crescita in modo che possano poi lasciare l’alloggio e rendersi autonomi.

La loro presenza sul territorio è occasione di sensibilizzazione e crescita per la  la comunità ecclesiale e civile. Realizziamo quindi attività di promozione culturale relativa ai temi dell’accoglienza ai rifugiati per la comunità civile ed ecclesiale.

Per favorire la loro integrazione sociale e lavorativa collaboriamo con l’associazione Centro Incontro di Bresso, che organizza corsi di italiano per stranieri ed orientamento al mondo del lavoro (ricerca attiva, attivazione tirocini, ricerca inserimenti lavorativi).

Nel corso di tutti questi anni e fino ad oggi sono stati accolti settantotto rifugiati o richiedenti asilo; nella quasi totalità dei casi si è riusciti a condurli ad una vita autonoma e soddisfacente, favorendo anche ricongiungimenti familiari.

 

bonifico_donaunsorriso