Notizie di Fine anno 2016

Cari Amici e Benefattori,
vi  mando  qualche breve  notizia  che  riguarda  le  atti vità  dell’anno che sta per concludersi, e ovviamente incomincio dalle notizie belle.
Proprio  nei  giorni  scorsi  è  arrivato  un  accredito  per  12.724,16  euro.  Si  tratta  delle firme che avete apposto sulla vostra dichiarazione dei redditi per la destinazione del 5‰. Per noi è un risultato molto importante, sia per poter coprire i bisogni alimentari di  folte  schiere  di  bambini,  sia  come  attestazione di  fiducia  nei  nostri  confronti  da parte vostra.
Un’altra  bella  notizia  ce  l’ha  data  la  TAVOLA  VALDESE,  che  anche  quest’anno  ha approvato due nostri progetti importanti, uno in favore della nostra attività in Italia con i  Rifugiati  Politici  per  euro  22.380  e  l’altro  in  favore  dell’Ospedale  di  Luweero (Uganda) per euro 20.509. Per le nostre dimensioni si tratta di aiuti molto importanti.
Come  abbiamo  ripetuto  diverse  volte,  i  nostri  progetti,  accennati  in  estrema  sintesi, sono:

  • in Repubblica  Dominicana:  tre  mense  scolastiche  per  un  totale  di  circa  300 bambini;
  • in Bolivia: una  mensa  scolastica  per  circa  150  bambini,  oltre  ad  un  aiuto alimentare per 80 vecchiette in condizione di estremo bisogno;
  • in Cile: un aiuto per adolescenti a rischio sociale;
  • in Uganda: il  mantenimento  di  un  medico  per  l’Ospedale  di  Luweero,  e  di  un orfanotrofio che si occupa di 48 bambini.

Oltre a questo, in Bolivia stiamo aiutando una comunità dell’altopiano in un processo di coscientizzazione circa i loro problemi e i loro  diritti. Prosegue  inoltre  il  nostro  impegno  nei  confronti  di   12 Rifugiati  Politici  nel  loro percorso di integrazione nel territorio. Con  i  problemi  di  questi  tempi,  è  un  settore  molto importante,  che  ci  sta  molto  a cuore.  C’è  un’équipe  di  sei  splendidi  volontari  che  si  occupano  della  gestione  di questo settore di attività.

Un’altra  bella  notizia  di  quest’anno  è  stata  la  visita  in  Italia  di  Manuel  Barrientos,  il boliviano  responsabile  delle  attività  che  sosteniamo  nell’altopiano.  Con  lui  abbiamo avuto  diverse  occasioni  di  incontro,  che  sono  state  di  aiuto  per  incoraggiarci reciprocamente a non mollare.
Durante i mesi scorsi abbiamo avuto modo di visitare sia le attività che sosteniamo in Bolivia,  sia  quelle  in  Repubblica  Dominicana.  Questi  viaggi  –  che  vengono  sempre effettuati a spese di chi li fa – sono sempre molto utili, in quanto “fanno la differenza”: la nostra presenza e il nostro aiuto non si limita ad alcuni trasferimenti di denaro, ma è  volto  ad  un  serio  accompagnamento,  anche  in  termini  di  idee,  proposte  e condivisione. Non mi dilungo oltre, anche per evitare di ripetere cose già dette altre volte. Ciò che dobbiamo  tener  presente  sempre  è  che  quei  bambini  continuano  ad  avere  fame. Possiamo garantirvi, da ciò che abbiamo visto, che si tratta di una fame nera. Potete stare tranquilli che non andiamo certo a far piovere sul bagnato. Durante  l’ultimo  viaggio  in  Repubblica  Dominicana  del  novembre  scorso,  abbiamo anche   fatto   un   breve   giro   in   Haiti,   per   prendere   dei   contatti   con   qualche organizzazione credibile. Non vi dico le condizioni di quel povero paese. È un paese molto   complicato   politicamente,   economicamente,   socialmente   e   culturalmente.
Speriamo di poter essere presenti in modo efficace anche in quella piccola porzione di mondo tanto sfortunata. Più  che  lunghi  discorsi,  vi  lascio  queste  due  foto scattate  in  Haiti  nello  scorso novembre. Una ci racconta del caos che c’è in quel paese, non solo nel traffico, ma anche nell’apparato sociale. L’altra ci racconta dell’umanità, in questo caso espressa da un bambino, con le sue perplessità e le sue speranze.

Vi  terremo  naturalmente  aggiornati  in  merito  a  quanto  riusciremo  a  fare  anche  in questo  bisognosissimo  paese.  Molto  dipenderà,  ovviamente  anche  dalla  vostra generosità.
Ai nostri amici della TAVOLA VALDESE, che dal 2008, quando ci hanno conosciuto, non  hanno mai  smesso  di  aiutarci,  quest’anno abbiamo  chiesto un finanziamento  in favore  dei  Rifugiati  politici,  uno  in  favore  dell’Ospedale  di  Luweero  e  l’ultimo  per aiutare una comunità in Repubblica Dominicana, ovviamente anche qui in condizioni di estremo bisogno e degrado.
Mai  ci  stanchiamo  di  ripetere  che  la  nostra  Associazione  è  fatta  unicamente  di volontari  che  operano  a  titolo  gratuito.  Le  spese  di  gestione  sono  a  carico  dei medesimi e possiamo continuare a garantire che le offerte che ci pervengono vanno tutte a destinazione, fino all’ultimo centesimo.
Nei   giorni   scorsi   vi   abbiamo  mandato   il   materiale   necessario   per   partecipare all’iniziativa  dei  regali  di  Natale  “alternativi”, che  destineremo  anche  quest’anno  alla Bolivia  o  alla  Repubblica  Dominicana.    Spiegazioni più  dettagliate  sono  nel  nostro sito, oppure potete senza problemi telefonare allo 02 610 75 59.

A  tutti  voi  e  ai  vostri  cari  mandiamo  i  più  sentiti  ringraziamenti  e  auguri,  affinché possiate trascorrere in serenità le feste di fine anno.