Una storia del dottor Lwanga

Una  nuova vita per Betty.

Nel 2018 Betty, 28 anni, fu consigliata da un parente di rivolgersi all’ospedale Bishop Asili, dopo essere stata dimessa dall’ospedale pubblico di Mulago, situato nella capitale, con nient’altro da fare se non aspettare il giorno della sua morte.
Betty aveva un addome prominente, che le rendeva difficile respirare e muoversi. Il problema era talmente grave che la giovane donna non riusciva più ad indossare degli abiti. Quello che poteva fare era coprirsi utilizzando ampi tagli di stoffa.
Mano a mano che il suo addome cresceva, il corpo si sformava.

Betty prima dell'operazione

I medici del Mulago Hospital diagnosticarono un’ascite (una raccolta patologica di liquido nella cavità peritoneale), ipotizzando che ciò fosse dovuto alla presenza di un tumore. Ritenendo che la malattiva fosse ormai ad uno stadio molto avanzato, temevano che la paziente morisse nel corso di un intervento chirurgico. Per questa ragione I parenti preferirono portarla a casa.

Fu qualche settimana dopo che un parente consigliò Betty di rivolgersi al Bishop Asili. Il suo addome nel mentre era cresciuto ancora di più. Nel nostro ospedale la donna venne inizialmente visitata da un giovane medico, che poi la indirizzò al Dott. Charles Luwanga. 

Dopo aver ascoltato la storia della sua malattia, il Dott. Lwanga la visitò, constatando che nel Mulago avevano più volte tentato di estrarre il liquido dall’addome, senza però riuscirvi. Per questo decise di fare prima di tutto un’ecografia.
In sala operatoria la tensione da parte degli assistenti era alta, perché si temeva di non riuscire a gestire l’intervento nel caso di impreviste complicanze.

Quando il Dott. Charles praticò l’incisione, apparve finalmente un’enorme ciste ovarica colma di liquido. Venne quindi praticato un foro nella sacca, facendone fuoriuscire ben 20 litri di fluido. In questo modo la grossa massa collassò. Al termine di questo primo intervento, la sacca venne rimossa, rendendo finalmente visibili organi e struttura addominale, in condizioni molto buone.
Prima che iniziassero tutti questi problemi, Betty era sposata. Quando però il suo addome iniziò a crescere e il suo corpo a sformarsi, il marito la abbandonò, rispedendola dai suoi parenti. Betty è tornata per una visita di controllo il 5 Gennaio 2021. E’ in salute e in perfetta forma e ci ha comunicato che a breve si sposerà nuovamente.

Betty dopo l'operazione

Abilità e competenza, autonomia professionale ed esperienza fanno del Dott. Charles una risorsa preziosissima per la vita di tutti i nostri pazienti.